Show Sidebar Accedi
Hai uno spunto per migliorare l'Univeristà o il territorio? Iscriviti
Costo del problema
     
Persone coinvolte
     
Tempo perso
     
Descrizione

La musica accompagna da sempre gli studiosi. E gli studiosi suonano e cantano. Molte università hanno cori e orchestre, che rappresentano non solo luoghi di approfondimento della cultura musicale, ma anche luoghi di interazione ed integrazione interdisciplinare della comunità scientifica.
La nostra Università promuove una “Associazione Musicale degli Studenti Universitari del Piemonte”

http://www.unito.it/unitoWAR/appmanager/istituzionale/ateneo2?_nfpb=true&_pageLabel=fondazioni_consorzi_associazio6&id=878129

che opera in questa direzione. Eppure il coinvolgimento degli universitari nella vita musicale della città è superficiale, ed i rapporti con il Conservatorio sono sporadici. HackUniTO può rappresentare un importante terreno per i rilancio della cultura e delle attività musicali dell’Università.
E’ possibile pensare ad un “accompagnamento musicale” live dei lavori? A gruppi di studenti e docenti che suonano insieme nelle pause e nei corridoi?
Nello spirito della “Festa della Musica” che ha animato il centro storico torinese lo scorso autunno (http://www.festadellamusicatorino.it/).
E’ possibile coinvolgere il Conservatorio (un’istituzione divenuta universitaria per legge, ma che stenta ad esserelo davvero) in questo processo?
Pensiamoci…

  

One Response to Music@UniTO

  1. Avatar di Davide Vitolo
    Davide Vitolo 28 maggio 2014 at 13:30 #

    si potrebbe anche creare spazi per la didattica della musica, permettere cioè a studenti che vogliano cimentarsi nell’apprendimento di uno strumento di accedere a strutture e "docenti"

Lascia un Commento