attivo 6 anni, 5 mesi fa
Area tematica: Organizzazione e amministrazione
Tag: sostanze chimiche, sicurezza, riduzione sprechi
Tipo di risultato: Evento
Tempistiche: Prima dell'hackathon
Chi cerchiamo: Informatico, Sviluppatore web
Altre competenze: Per produrre il pilota dovremmo essere già in possesso dei dati sufficienti, per estendere il progetto a tutta l'università avremmo bisogno della mappatura di tutte le sostanze chimiche in possesso di unito. es. Sostanza x, quantità y, pericolosità z, armadio e scaffale, laboratorio, dipartimento
Chi abbiamo: Medico, Medico, Chimico, Scenografo, Ballerino, Informatico, Sviluppatore web, Medico
Richieste: Autenticazione database, Dataset, Server dedicato, Sito dinamico
Altre richieste: non specificato
%
completato
10
followers
Il gruppo:
  • Foto del profilo di Canzio Romano
  • Foto del profilo di Alessandro Baracco
  • Foto del profilo di Carlotta Bianco
  • Foto del profilo di Maria Carmen Valsania
  • Foto del profilo di Raffaele Cafaro
  • Foto del profilo di Valter Passini
  • Foto del profilo di Fabio Palmisano
  • Foto del profilo di Federica Cristina Verga

Descrizione del progetto

Logo del gruppo di ReaTo: Reagentario UniToQuesto progetto ha come obiettivo la realizzazione di una piattaforma web per il personale tecnico UNITO in cui siano catalogati tutti gli agenti chimici presenti nei laboratori dei dipartimenti universitari. Per ogni sostanza verranno indicati ubicazione (es. armadietto x, laboratorio y, dipartimento z), quantità, modalità di stoccaggio, scadenza, pericolosità ed eventuale disponibilità agli scambi tra i diversi laboratori UNITO. In questo modo verrà incrementata la sicurezza dei laboratori e verrà sensibilmente ottimizzata la gestione dei magazzini e degli ordini, si ridurranno gli sprechi e si incentiverà la collaborazione tra i diversi dipartimenti. Il modello verrà messo a punto inserendo nella banca dati la catalogazione delle sostanze chimiche presenti nei laboratori dei membri partecipanti al progetto e potrà essere successivamente esteso a tutti i laboratori dell' ateneo.

Valore per gli utenti

Valore nei confronti degli utenti Questo progetto permette di effettuare una mappatura degli agenti chimici presenti in UNITO, definirne l'opportuna ubicazione secondo la vigente normativa, ottimizzarne la gestione (giacenze di magazzino, consumi...) e aumentare sensibilmente il livello di sicurezza dei laboratori. Inoltre nella piattaforma web è prevista la possibilità di scambiare il materiale in eccesso o in prossimità della data di scadenza con altri laboratori UNITO interessati riducendo gli sprechi.

Originalità

Originalità del progetto Attualmente la gestione dei reagentari dei laboratori unito non è uniformata e molti dipartimenti non hanno un sistema efficiente ed aggiornato: in molte realtà non si ha piena consapevolezza dei quantitativi di agenti chimici utilizzati e delle corrette procedure di immagazzinamento, manipolazione e stoccaggio. Questo sistema permetterebbe di tenere sotto controllo i flussi di materiale in entrata e uscita dei laboratori e il corretto stoccaggio degli agenti chimici secondo normativa.

isecc

Inclusione sociale Una maggior formazione e consapevolezza del personale UNITO in materia di sicurezza e gestione degli agenti chimici migliorerebbe l'attività lavorativa e incentiverebbe il network tra laboratoristi universitari, inoltre si potrebbe prevedere una figura professionale addetta al continuo aggiornamento del Reagentario on-line e alle normative di sicurezza.

Partecipazione

Partecipazione Se questo progetto venisse esteso a tutti i laboratori UNITO sarebbe possibile incentivare pratiche di riduzione degli sprechi tra le diverse realtà mediante la messa a disposizione di materiale inutilizzato. I diversi gruppi di ricerca sarebbero spinti a collaborare e a condividere materiale facilitando la creazione di progetti di ricerca multidisciplinari.

Territorio

Impatto sul territorio L'applicazione di questo progetto avrebbe come risultato la riduzione dello smaltimento delle sostanze chimiche scadute in quanto se ne monitorerebbe lo stato in tempo reale e se ne eviterebbe l'immissione in ambiente attraverso scambi tra laboratori e una più attenta gestione degli acquisti.

Impatto ambientale

Originalità del progetto Una gestione dei reagentari ben organizzata e strutturata limiterebbe gli sprechi degli agenti chimici e ridurrebbe le procedure di smaltimento degli stessi (e quindi la loro immissione nell'ambiente).

Settore

Settore Esistono software in grado di organizzare la gestione di magazzino o di classificare le sostanze per pericolosità, ma non esistono sul mercato software in grado di mettere in contatto diversi laboratori di un'unica realtà, come potrebbe essere quella universitaria, predisponendo possibilità di scambi di materiale tra gruppi, avvisi nel caso la sostanza sia in prossimità della scadenza e una precisa politica di riduzione degli sprechi. Inoltre questo software sarebbe rivoluzionario se applicato in UNITO poichè consentirebbe di facilitare le valutazioni del rischio chimico delle diverse realtà e di mantenere sotto costante controllo le criticità.

Scalabilità, replicabilità, internalizzazione

Scalabilità, replicabilità, interalizzazione Il progetto può essere esteso a qualunque realtà scientifica che utilizzi sostanze chimiche.

Sostenibilità economica

Sostenibilità economica Per realizzare il progetto è necessario un software che permetta di interfacciare il database alle pagine web e un server su cui archiviare i dati secondo i criteri di sicurezza e funzionalità. Per la parte software ci si potrebbe avvalere a scelta di PHP e MySQL (risorse open access) oppure di Microsoft Visual Studio e SQLServer (in questo caso si prevede un costo intorno ai 2000-3000 euro). Per la parte hardware si prevede un costo di 2000-5000 euro. La gestione di questo progetto interna ad UNITO ridurrebbe sensibilmente i costi e permetterebbe di creare un prodotto facilmente esportabile in altre università italiane rifondando completamente i costi iniziali.

Canali

Inclusione sociale del progetto Il prodotto sarà disponibile per il personale dei laboratori unito, su una piattaforma web a cui potranno accedere tramite password. Il prodotto è applicabile a qualunque altra realtà scientifica e potrebbe essere realizzato anche sottoforma di app a cui accedere dal cellulare.

Comunicazione

Canali del progetto E' prevista una campagna di sensibilizzazione per coinvolgere tutto il personale tecnico, sottolineando i vantaggi che tale prodotto apporterà alla gestione degli agenti chimici in laboratorio (a livello di sicurezza) e del sistema di magazzino/ordini (riduzione sprechi e incentivo alla collaborazione tra diversi gruppi di ricerca).

Processo

Processo del progetto Durante la settimana di hackunito si realizzerà il primo prototipo del software con i dati dei primi laboratori partecipanti al progetto che sono attualmente in fase di raccolta.

Relazioni

Relazioni del progetto La realizzazione del progetto potrà coinvolgere tutti i laboratori dell'università di Torino, gli RSPP dell'università, i medici competenti, il rettore e tutti i lavoratori nell'ambito laboratoristico universitario.