attivo 5 anni, 10 mesi fa
Area tematica: Communities at work
Tag: non specificato
Tipo di risultato: Non specificato
Tempistiche: Non specificato
Chi cerchiamo: Sviluppatore web
Altre competenze: Marketing planner
Chi abbiamo: Cameraman, Copywriter, Giornalista
Richieste: Autenticazione database, Sito dinamico
Altre richieste: non specificato
%
completato
1
followers
Il gruppo:
  • Foto del profilo di Maurizio Bongioanni

Descrizione del progetto

Logo del gruppo di Piattaforma FreelanceIL PROGETTO: Un giornalista freelance è un professionista che insegue le testate giornalistiche affinché riesca a vendere il proprio prodotto. I professionisti con più esperienza riescono generalmente a concordare prima di effettuare un lavoro la sua pubblicazione. Ma la maggior parte dei nuovi giornalisti, in particolare quelli più giovani appena usciti da un percorso di studi, si affacciano al mondo del giornalismo con molte idee ma pochi contatti. È proprio a loro che servirebbe uno strumento in grado di raggiungere le testate in modo meritocratico e senza disperdere troppo le energie in fase di ricerca, dispersione che nella maggior parte dei casi porta alla rinuncia di veder il proprio lavoro pubblicato sulle grandi testate, ripiegando in genere su siti a contributo volontario, o addirittura a non iniziarlo nemmeno quel tipo di lavoro. Per questo abbiamo pensato a una piattaforma online condivisa la cui sfida sarà rispondere a questa esigenza e vedersi riconosciuta dalle testate giornalistiche. Una piattaforma dove poter caricare i propri lavori, essere valutati e infine contatti per l'acquisto. A CHI SI RIVOLGE: Il fenomeno del giornalismo freelance in Italia è in continuo aumento benché non esistano banche dati a supporto di tale tesi. È una sensazione guidata dal fatto che tanti giovani che si approcciano a questo mondo lo fanno in modo “indipendente”, appunto “freelance”. Allora la piattaforma diventerebbe uno strumento indispensabile per mettere in contatto facilmente e meritocraticamente il giornalista con la testata. In più aumenterebbe la visibilità del freelance all'interno di una rete di colleghi e faciliterebbe la creazione di una rete di contatti, terribilmente utile per la professione del giornalista freelance. Allo stesso tempo si rivoluziona il concetto di agenzia: non più notizie limitate a una serie di collaboratori ma la notizia direttamente alla fonte, incentivando la diffusione del citizen journalism e dando la possibilità a chi fa il freelance di mestiere di accedere al mercato senza intermediari con un costo più basso per la testata. STATO DEI LAVORI: Soprattutto all'inizio questa piattaforma ha bisogno di una efficiente campagna di pubblicizzazione oltre, ovviamente, a un nome e a un logo che attraggano l'attenzione. Per questo è utile affidarsi a esperti del settore. COME SI PRESENTA: l'idea è quella di aprire un sito dove poter scegliere tra due macro-aree: una dedicata al freelance il quale, una volta registratosi, potrà caricare i propri contenuti nell'area dedicata e gestire il suo account in tutti i dettagli; e l'altra macro-area dedicata alla testata giornalistica la quale potrà accedere, ricercare per parole chiave un contenuto e acquistarlo. Un po' il funzionamento di un'agenzia stampa ma in questo caso specificatamente dedicata all'operato dei freelance.