attivo 6 anni, 5 mesi fa
Area tematica: Communities at work
Tag: mobilità,internazionalizzazione,laurea joint title, miglioramento accoglienza, attrattività ingoing, sviluppo sostenibile
Tipo di risultato: Servizio
Tempistiche: Dopo l'hackathon
Chi cerchiamo: Antropologo, Archeologo, Biologo, Etnografo, Fotografo, Geografo, Geologo, Guida turistica, Ingegnere energetico, ricercatore, Tecnico del suono
Chi abbiamo: Biologo
Richieste: Autenticazione database
Altre richieste: non specificato
%
completato
10
followers
Il gruppo:
  • Foto del profilo di Cristina Giacoma
  • Foto del profilo di Marco bonato
  • Foto del profilo di Irene Piccini

Descrizione del progetto

Logo del gruppo di KogiaKom – Cooperazione allo sviluppo del dolphin-watching a Grande ComoreIl progetto si prefigge di sviluppare l'accoglienza di ricercatori e studenti presso alcuni villaggi di pescatori della costa di Grande Comore (Union of the Comoros) al fine di creare una relazione stabile e produttiva da un punto di vista scientifico e sociale. All’interno dei progetti finanziati dall’Unione Europea SCORE (Supporting Cooperation for Research and Education - EU-Edulink Programme, Contract n: 9-ACP-RCR-118#36) e BIRD (Biodiversity Integration and Rural Development – EU-ACP Programme, Contract n. : FED/2009/217077) il DBIOS ha promosso e sostenuto la creazione di un laurea magistrale internazionale joint title tra UNITO e Università delle Comore "Evolution of animal and human behaviour" e ha promosso attivita’ di ricerca volta all’individuazione di hot-spot di biodiversita’. Sono stati individuati 5 villaggi (Bangua Kuni, Ntzaueni, Itsandra, Bangua, Ouroveni) nelle vicinanze di luoghi con alta densita’ di Cetacei, in cui sara’ possibile sviluppare infrastrutture mirate a creare delle relazioni con la popolazione locale di pescatori all’interno dei villaggi, in modo da porre le basi per lo sviluppo di eco-turismo sostenibile che possa costituire una forma alternativa di sostentamento per la popolazione locale.

Valore per gli utenti

Valore nei confronti degli utenti il progetto mira a rafforzare la rete di cooperazione internazionale di UNITO presso l’Universita’ delle Comore e le organizzazioni internazionali presenti alle Comore. Attraverso il miglioramento delle strutture di accoglienza degli studenti UNITO outgoing alle Comore, l’individuazione delle modalità di creditizzazione delle attività svolte e il rilascio di attestasti personalizzati. Inoltre spinge per un aumento della mobilità ingoing della laurea magistrale joint title tra UNITO e Università delle Comore "Evolution of animal and human behaviour". Il tutto per cercare di creare un polo di attrazione per ricercatori internazionali con l’obbiettivo di creare una base operativa e rendere le Comore, all’interno di un network di rilevamento, un punto chiave nell’areale del Canale del Mozambico. Per fare questo si prefigge il compito di creare delle relazioni con la popolazione locale di pescatori all’interno dei villaggi, in modo da porre le basi per lo sviluppo di eco-turismo sostenibile che possa costituire una forma alternativa di sostentamento per queste comunità costiere, al momento sprovviste anche di corrente elettrica, sviluppando le capacità di accompagnare i turisti a vedere i cetacei. A Grande Comore molte specie, compreso il capodoglio nano noto come Kogia sima, possono essere avvistate frequentemente anche vicino a costa. Questa particolare specie di cetaceo e’ particolarmente difficile da avvistare, tanto che la maggior parte delle informazioni su questo animale derivano dallo spiaggiamento di animali morti o malati rendendo la nostra area di studio di estremo interesse per i ricercatori, ma anche per i turisti.

Originalità

Originalità del progetto L’innovatività sociale di questo progetto si concretizza nel miglioramento dei servizi forniti agli studenti di UNITO, tramite la promozione delle attività di cooperazione internazionale presso l’Università delle Comore, paese non ancora incluso nel programma ERASMUS+, rafforzando la collaborazione esistente e standardizzando le modalità di creditizzazione e il rilascio di attestati personalizzati.Inoltre KojaKom promuove lo sviluppo delle competenze professionali attraverso la partecipazione ad un importante progetto di cooperazione internazionale allo sviluppo e il potenziamento delle abilità linguistiche che assicura l’inserimento dei nostri studenti e ricercatori nei Programmi Internazionali di UniTO per facilitare il loro l’inserimento nel mercato del lavoro, aumentandone la competitività.

isecc

Inclusione sociale Data la struttura del progetto, non prevediamo in una prima fase di creare nuovi posti di lavoro, ma di investire nella costruzione di capacità, quello che vogliamo fornire e che vogliamo fortemente coltivare è la creazione di nuove competenze fra le persone interessate a sviluppare con noi il progetto in tutte le sue fasi. Grazie a queste nuove competenze i pescatori potranno svolgere l’attività di monitoraggio delfini per i turisti o partecipare a progetti internazionali di monitoraggio. Oltre a una maggiore appetibilità sul mercato del lavoro gli studenti che parteciparanno al progetto acquisiranno capacità importanti nella comunicazione intercultrale e una maggiore propensione alla mobilità/flessibilità lavorativa.

Partecipazione

Partecipazione Tutte le fasi del progetto saranno interessate da forme di collaborazione con i referenti dell’Università delle Comore, con associazioni ambientaliste comoriane e internazionali, con i rappresentanti degli organismi internazionali presenti sull’isola. • Ulanga: ONG Comoriana per la difesa dell’ambiente. • • L’ambasciata italiana a Dar es Salaam. • Moidjio C.R.C.A.D. (Centre for Research Conservation and Development): ONG franco-Comoriana per la ricerca e la salvaguardia della Biodiversita’. • PNUD (United Nations Development Programme): organizzazione governativa sotto l’egida dell’ONU che finanzia programmi di sviluppo. • Universita’ delle Comore • CNDRS (Centre National de Documentation et de Recherche Scientifique): Centro multidisciplinare collegato all’Universita’ delle Comore.

Territorio

Impatto sul territorio Ci proponiamo di migliorare e implementare il numero di studenti universitari coinvolti in mobilità in entrata e in uscita, rafforzando così l’attività di ricerca di UNITO alle Comore, attraverso il mantenimento di una continuità tra gli studenti che hanno usufruito di periodi di mobilità e quelli interessati a questo tipo di esperienza. Il progetto promuove la creazione di un network tra chi ha condiviso l’esperienza e gli operatori locali tramite la creazione di un Archivio Digitale che racchiuda i dati degli studenti e dei ricercatori al fine di favorire i contatti tra gli interessati al progetto (eventuali studenti futuri, ecc.). In aggiunta KogiaKom intende potenziare il Database sulla Biodiversità delle Comore in modo da inserire il centro creato tramite il progetto B.I.R.D “BIODIVERSITY INTEGRATION AND RURAL DEVELOPMENT” (Reference: FED/2009/217077), e conseguentemente UNITO, in un network internazionale sulla Conservazione della Biodiversità e cambiamenti globali. Questa è una premessa necessaria per poter partecipare ai grandi bandi competitivi come Horizon.

Impatto ambientale

Originalità del progetto Il nostro progetto non prevede la produzione di specifici materiali e prodotti. Ma dato il contesto didattico in cui questo si inserisce, tematiche quali la conservazione del patrimonio naturale e la sensibilizzazione al riciclo ed alla sostenibilità ambientale verranno affrontati e sviluppati durante gli incontri previsti dal progetto stesso. Tutte le attività di ricerca svolte alle Comore seguiranno le indicazioni necessarie per uno sviluppo sostenibile.

Settore

Settore Non abbiamo nessun tipo di barriere amministrative per quanto riguarda l’immediato futuro del progetto, infatti sono già in essere degli accordi di cooperazione con gli enti partner alle Comore. La collaborazione è già avviata (il primo accordo di cooperazione è stato siglato nel 2004), comprendendo anche un’attività di scambio di ricercatori e studenti sia in entrata che in uscita. Attualmente due dottorandi (un italiano ed uno comoriano) svolgono il loro programma di Dottorato all’interno di questa collaborazione. Parte del personale del progetto ha già svolto attività di formazione ed educazione all’interno di programmi specifici alle Comore. Le attività di formazione proposte affrontano la tematica della valorizzazione del patrimonio sotto l’insegna della della multiculturalità e sostenibilità, toccando allo stesso tempo contenuti scientifici, storici e culturali.

Scalabilità, replicabilità, internalizzazione

Scalabilità, replicabilità, interalizzazione Il nostro progetto è stato ideato e costruito per divenire uno standard replicabile in altri contesti. Inoltre la mobilità di studenti e ricercatori verso un Paese extra-UE è un processo replicabile in qualsiasi altro Paese in cui esistano le condizioni necessarie per la firma di accordi internazionali tra gli enti interessati e l’Università di Torino.

Sostenibilità economica

Sostenibilità economica Per il progetto KogiaKom prevediamo i seguenti costi per i primi 6 mesi di attività: Borse di studio: 22.200,00 euro Voli aerei: 4.000, 00 euro La preparazione del personale coinvolto nella mobilità rappresenta di per sé un elemento di sostenibilità del progetto, in quanto gli studenti coinvolti nei programmi di mobilità al loro rientro saranno i protagonisti futuri delle attività di divulgazione, educazione e sensibilizzazione, autoalimentando quindi le risorse del progetto.

Canali

Inclusione sociale del progetto Il progetto KgiaKom stesso, essendo in parte focalizzato sulla compartecipazione di organismi internazionali, ong e associazioni, è già di per se un canale di distribuzione. Importante sarà la creazione della rete di partner che saranno il canale principale attraverso cui verrà distribuito e reso fruibile il progetto. Saranno impiegati come canali di distribuzione eventi pubblici, come workshop e congressi, mentre il materiale finalizzato alla visibilità del progetto, quale brochure, poster, gadget sarà distribuito attraverso azioni di merchandising sul sito web creato ad hoc.

Comunicazione

Canali del progetto Prevediamo la programmazione di tavoli di concertazione tra operatori turistici, associazioni di pescatori, ricercatori, studenti e operatori turistici. Intendiamo inoltre comunicare e diffondere le iniziative del progetto attraverso: la creazione di “giornate-evento” presso le associazioni culturali e ambientaliste, l’inserimento del progetto in piattaforme di crowdfunding, la partecipazione a meeting, universitari e non, focalizzati alla cooperazione allo sviluppo e alla ricerca in paesi terzi. Prevediamo inoltre di investire almeno il 30% del tempo nel networking necessario e circa 8000€ di missioni.

Processo

Processo del progetto Intendiamo coinvolgere l’associazione dei laureati comoriani in “Conservazione della biodiversità e Sviluppo Sostenibile” avviata da UNITO alle Comore e i laureati italiani in “Evoluzione del comportamento animale e dell’Uomo” nella programmazione delle attività di formazione e networking. Intendiamo organizzare una serie di incontri con i diversi capo-villaggio per organizzare la struttura della organizzazione responsabile della accoglienza ed individuare le persone da coinvolgere. Vogliamo, attraverso questa attività, pubblicizzare parte delle attività dell’ateneo alle Comore e, tramite la sensibilizzare della comunità islamica residente a Torino, cercare finanziamenti per future attività di ricerca alle Comore. Il materiale scientifico-didattico preparato sarà reso disponibili al pubblico durante gli eventi e pubblicato on-line insieme ai materiali prodotti.

Relazioni

Relazioni del progetto Intendiamo creare una rete sinergica con i seguenti soggetti partner: • Ulanga: ONG Comoriana per la difesa dell’ambiente • Moidjio C.R.C.A.D. (Centre for Research Conservation and Development): ONG franco-Comoriana per la ricerca e la salvaguardia della Biodiversita’. • L’ambasciata italiana a Dar es Salaam, • PNUD (United Nations Development Programme): organizzazione governativa sotto l’egida dell’ONU che finanzia programmi di sviluppo. • Universita’ delle Comore • CNDRS (Centre National de Documentation et de Recherche Scientifique): Centro multidisciplinare collegato all’Universita’ delle Comore.