attivo 6 anni, 5 mesi fa
Area tematica: Communities at work
Tag: Trasferimento tecnologico
Tipo di risultato: Servizio
Tempistiche: Prima dell'hackathon
Chi cerchiamo: Economista, Giornalista, Imprenditore, Informatico, Sviluppatore web, Web designer
Chi abbiamo: Economista, Project manager, Agronomo, Filosofo, Informatico, Programmatore, Chimico, Musicista
Richieste: non specificato
Altre richieste: non specificato
%
completato
51
followers
Il gruppo:
  • Foto del profilo di Nadia Tecco
  • Foto del profilo di cristiana peano
  • Foto del profilo di Nicole Giuggioli
  • Foto del profilo di Guido Boella
  • Foto del profilo di Vincenzo Girgenti
  • Foto del profilo di Marcello Baricco
  • Foto del profilo di Agata Tringale
  • Foto del profilo di STEFANIA BUFFAGNI
  • Foto del profilo di Emanuela Barbero

Descrizione del progetto

Logo del gruppo di ENTERPRISE: lo spazio d’incontro tra ricerca e impresaIl gruppo di lavoro ‘Enterprise’ è costituito da tecnici, ricercatori, professori che credono fermamente nella possibilità creare una proficua sinergia e cooperazione tra ricerca e impresa, in particolare con le PMI. Per tale motivo il gruppo offre una serie di servizi al fine di facilitare l'incontro tra l'offerta di competenze tecnologiche dell'Ateneo e la domanda di innovazione espressa dal territorio.

Valore per gli utenti

Valore nei confronti degli utenti Obiettivo: la creazione di uno strumento operativo (piattaforma) in grado di far emergere e incontrare e le migliori energie, risorse e competenze presenti in Piemonte. Lo strumento che si intende realizzare ha lo scopo di creare un sistema virtuoso tra Università e impresa coinvolgendo sia le imprese che necessitano del supporto di ricercatori qualificati per sviluppare tecnologie/prodotti/servizi specifici, rispondenti alle proprie esigenze sia ricercatori e team di ricerca che vogliono costituire partenariati tecnico-scientifici con le imprese proponendosi come interlocutori competenti ed efficienti nello sviluppo di nuove idee progettuali. Il rapporto fra richiedenti e competenze sarà diretto e gestito dagli stessi (definizione accordi sfruttamento risultati ricerca, patti di riservatezza ecc.) In particolare le funzioni di Liaison Office universitario saranno sviluppate attraverso: • la raccolta delle necessità delle imprese che la ricerca universitaria potrebbe soddisfare; • lo smistamento alle unità di ricerca specializzate; • la presentazione dei risultati più significativi che la ricerca universitaria ha prodotto che presenta i requisiti di immediata fruibilità da parte del mondo delle imprese; • il coordinamento di processi di gestione dell’innovazione, nonché di tutela e trasferimento al sistema delle imprese di soluzioni innovative; • la promozione e lo sfruttamento industriale e commerciale dei risultati inventivi sviluppati nell’ambito della ricerca. • la sensibilizzazione dei ricercatori e il sostegno volto a favorire le relazioni con enti e imprese e a progettare forme di partecipazione ad iniziative comuni; • la promozione e la valorizzazione i progetti già nella fase della loro definizione

Originalità

Originalità del progetto Il progetto si rivolge in particolare alle PMI che non sono in grado di gestire in modo autonomo percorsi di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti o processi. Inoltre anche il mondo della ricerca attraverso un contatto diretto con il mondo imprenditoriale può impostare da subito programmi di ricerca e sviluppo con finalità di trasferimento tecnologico. Il vantaggio risulta reciproco e, attraverso la creazione della rete delle competenze, si potrà evidenziare un processo moltiplicatore dei risultati

isecc

Inclusione sociale La creazione di collaborazioni tra università e impresa può essere un punto di partenza per l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro

Partecipazione

Partecipazione Costruzione di una rete virtuale e reale tra università e imprese.

Territorio

Impatto sul territorio L'università degli Studi di Torino può svolgere un ruolo attivo nello sviluppo economico e sociale del territorio che vada oltre la componente di didattica e ricerca e che porti nuove conoscenze e competenze alle imprese alimentando processi di innovazione e cambiamento. UNITO può infatti sviluppare un percorso integrato di eccellenza che vede coinvolte tutte e tre le missioni dell'università: ricerca, didattica e trasferimento tecnologico. Infatti se l'obiettivo dell'eccellenza vale per la ricerca e la didattica dece valere anche con le imprese e i territori e deve distinguersi sia per elevati livelli di qualità dei contenuti sia per un elevato livello di qualità del servizio.

Impatto ambientale

Originalità del progetto Impatto ambientale zero.

Settore

Settore Dal laboratorio all'impresa: oggi c'è una funzione succedanea nel trasferimento tecnologico di vari enti esterni all'università con elevata frammentazione delle funzioni e delle competenze. L'Università può trovare gli strumenti adeguati per comunicare opportunamente con le imprese ed il mondo circostante, promuovendo la propria ricerca e nuovi partenariati per progettualità future. PUNTI DI FORZA Il progetto si prefigge di creare un contatto tra università e imprese sia nel caso in cui il mondo imprenditoriale abbia bisogno della ricerca sia nel caso in cui siano i ricercatori a voler incontrare le imprese. Inoltre il progetto vuole instaurare un contatto diretto tra ricerca e impresa senza intermediari. PUNTI DI DEBOLEZZA Esistono già delle strutture che mettono in contatto i due mondi impresa/università, ma di solito sono unilaterali e cioè partono dalle imprese.

Scalabilità, replicabilità, internalizzazione

Scalabilità, replicabilità, interalizzazione Una volta avviato ENTERPRISE sarà in grado di fornire i propri servizi a diverse realtà di ricerca e PMI sia sul territorio regionale che in ambito nazionale.

Sostenibilità economica

Sostenibilità economica I costi sono relativi alla realizzazione della piattaforma informatica, eventuale costituzione di una società di gestione della piattaforma e/o un’unità di personale che gestisca la piattaforma. Si può anche ipotizzare un costo minimo di iscrizione alla piattaforma (per accedere a servizi personalizzati).

Canali

Inclusione sociale del progetto La gestione sarà prioritariamente tramite web (piattaforma) attraverso il quale si potrà accedere, previa registrazione, a database di imprese, gruppi di ricerca, risultati della ricerca, progetti. Potranno inoltre essere organizzati incontri ‘be to be’ tra gruppi di ricercatori e imprese oltre che workshop specifici. Ciascun utente, oltre ad aver accesso al data base generale delle richieste di collaborazione potrà accedere anche a servizi personalizzati in funzione delle richieste. UTENTI TARGET: • imprese • associazioni • enti pubblici e privati • ricercatori

Comunicazione

Canali del progetto La comunicazione delle attività avranno come strumento privilegiato il web. Si ipotizza che la creazione della rete imprese-ricerca possa usufruire anche del passaparola tra i beneficiari, nonché gli strumenti di comunicazione delle associazioni di categoria, consorzi di imprese e altri soggetti coinvolti.

Processo

Processo del progetto In particolare le funzioni di Liaison Office universitario saranno sviluppate attraverso: • la raccolta delle necessità delle imprese che la ricerca universitaria potrebbe soddisfare; • lo smistamento alle unità di ricerca specializzate; • la presentazione dei risultati più significativi che la ricerca universitaria ha prodotto che presenta i requisiti di immediata fruibilità da parte del mondo delle imprese; • il coordinamento di processi di gestione dell’innovazione, nonché di tutela e trasferimento al sistema delle imprese di soluzioni innovative; • la promozione e lo sfruttamento industriale e commerciale dei risultati inventivi sviluppati nell’ambito della ricerca. • la sensibilizzazione dei ricercatori e il sostegno volto a favorire le relazioni con enti e imprese e a progettare forme di partecipazione ad iniziative comuni; • la promozione e la valorizzazione i progetti già nella fase della loro definizione

Relazioni

Relazioni del progetto UTENTI TARGET: • imprese • associazioni • enti pubblici e privati • ricercatori